Documenti   News   Storie   Forum   Contatti
 
Storie - Categorie
Categorie
  PER NON DIMENTICARE (7)
  LE NOSTRE STORIE (7)

 
Scheda: LA STORIA DI EVITA

Mi chiamo Grazia  e vivo ad Abbadi S.S. in provincia di Siena con il mio cane di nome Evita un dogo argentino di 20 mesi. Evi viene da un allevamento della zona Val D'Elsa (tra Firenze e Siena ) ed è arrivata nella mia famiglia a fine Settembre. E' sempre stata una cagnolina delicata, con problemi di alimentazione, tonsilliti ricorrenti, congiuntiviti, otiti, dormigliona e con poca vivacità. Ai primi due calori è seguita la falsa gravidanza con abbondante montata lattea, seria prostrazione e mancanza totale di appetito. Trattata con Galastop e tanto amore nel giro di un mese si è ripresa. Ai primi di Febbraio nuovo calore e ai primi di Marzo si è sentita di nuovo male, ma questa volta senza montata lattea con aggiunta di tremori, adenopatia generalizzata ed edemi alle zampe. Per una   pseudo gravidanza era troppo presto (in genere le si manifestava al 60° giorno) e quindi siamo andate subito dal Veterinario. Esami ematici: Ematocrito 48- piastrine 203- gb 15.700 con granulociti 89% e linfomonociti 11%- glic 100 -prot tot 5,0 - album 2,4 -glob 3,6 -azot 18-creat 0,6 -elettroforesi: alb 45,3 -alfa 1 4.4 - alfa 2 12,8 - beta 1 5,5- beta 2 11,5 -gamma 20,5. Esame urine: prot +++ il resto nella norma. Test Leishmania altamente positivo. Iniziata terapia con Allopurinolo e Stomorgyl. Dopo dieci giorni di terapia le condizioni di Evi sono peggiorate, non mangiava più, vomitava e aveva dolori diffusi. La situazione ematica era peggiorata con azot 64 e creat 1,3. Abbiamo iniziato una terapia infusiva un po’ dal veterinario e a casa (io sono una strumentista di sala operatoria), sospeso lo Stomorgyl e con l'aiuto di antinfiammatori e vitamine la situazione è andata un po’ migliorando. La decisione di farle fare l'Impavido l'ho presa io. Evita è giovanissima e pensare di farle fare una vita con la malattia sempre in agguato non l'ho accettato. Il Veterinario mi ha parlato di questa terapia e mi sono subito documentata. Lui nel periodo di Natale l'aveva proposta ad una canina del paese in fin di vita e mi sono messa in contatto con il suo padrone (la canina in questione sta bene). Oggi sono al 18° giorno di terapia con non pochi problemi: al 2° giorno di Impavido è arrivata una montata lattea fuori dal comune, del tutto inaspettata dato che erano passati più di 80 giorni e con molta titubanza del Veterinario si è somministrato nuovamente il Galastop. Per fortuna il Limican ha funzionato abbastanza bene anche se Evita presenta sempre nausea. Cerca sempre di mangiare erba che sicuramente non aiuta. A giorni alterni fa una flebo di Ringer ed ancora dell'antinfiammatorio per i dolori articolari. L'esame delle urine mostra una perdita di proteine ma il medico dice che possiamo accontentarci. La dieta purtroppo non aiuta questa condizione dato che l'unica cosa che riesco a farle mangiare è del bollito di manzo e dei biscotti. Evita tiene comunque duro! Lo deve alla sua famiglia che l'adora. Sono passati 15 giorni dalla fine della terapia ed Evita sta molto meglio. Non ha più dolori, mangia abbastanza e la cosa più bella è che non ha più insufficienza renale. Il mio veterinario dice che ha gli esami del sangue e delle urine come un cane sano! L'elettroforesi si farà la prossima settimana e poi Le farò sapere. Siamo comunque cauti con l'entusiasmo, ma rivedere Evita piena di vita è una gioia immensa!  Spero che la nostra esperienza possa essere di aiuto a tutti quei cani (e rispettivi padroni) che soffrono di questa brutta malattia.
Evita sta bene, forse questo è il periodo migliore della sua vita. Sono passati otto mesi dalla cura, ma ancora vivo l'angoscia e le speranze di quei momenti. Vederla ora così piena di vita e di vigore mi dà la forza di pensare in maniera positiva all'esito del test che faremo allo scadere dell'anno dalla terapia, ma non Le nascondo che ho una paura terribile. Gli ultimi esami sono di due mesi fa: l'elettroforesi migliora e i reni funzionano bene. Voglio tanto sperare bene per Evita che è il mio angelo, ma anche per tutti quei disperati che possano vedere la speranza anche nella sua guarigione.